carrello 0

La musica dell’acqua: la magia artistica dell'oro blu

L’acqua è quell'elemento imperituro che da sempre ha invitato musicisti sensibili a esprimere sogni, emozioni, inquietudini attraverso le note di un pentagramma.

10 gennaio 2017


Tra le tante toccanti e visionarie opere musicali ad essa ispirate spicca “Water music”, una serie di movimenti orchestrali composte da Georg Friedrich Händel

Strutturata in tre suites la composizione appare una perfetta trascrizione della musica dell’acqua, espressi attraverso vari strumenti musicali (flauto, oboe, trombe, strumenti a corda, flicorni) con le loro differenti intensità, con i loro ritmi e le loro armonie. La musica si trasforma nella “voce dell’acqua”: calma e placida per poi divenire piena di forza, in un crescendo che tocca le corde dell’anima.

Ritroviamo l’elemento acqua anche nella poetica musicale del compositore e pianista francese Claude Debussy, con i suoi meravigliosi “Reflets dans l'eau”, in cui i paesaggi interiori dell’artista si intrecciano con i movimenti liquidi, evocando quasi la perfetta immagine visiva di flutti marini. In realtà, la musica di Debussy non rappresenta l’acqua in senso specifico. La sua maestria è stata quella di creare un collegamento tra le sue partiture e i simbolismi mitici dell’acqua.

E che dire dell’opera pianistica “Jeux d'eau” di Maurice Ravel? È una composizione che ha spiazzato i critici e il pubblico dell’epoca (inizio ‘900). In questo caso, la musica è espressione simbiotica dei giochi d’acqua, dei suoni fluidi, degli zampilli di cascate e ruscelli. 

Facendo un balzo nel tempo, suite liquide contemporanee suggestive e che raccontano la musica dell’acqua si ascoltano nel memorabile lavoro "Aguas Da Amazonia”, firmato dal maestro del minimalismo Philip Glass in collaborazione con il trio brasiliano Uakti. L’interplay tra marimba, pianoforte, tastiere, flauto, xilofono e strumenti a corda e altri a percussione crea un incanto melodico che esalta la forza dell’acqua, fonte primordiale di vita.

Guardando infine ai cantautori italiani non si può non citare il musicista-poeta Fabrizio De André che ha celebrato la musica dell’acqua nelle sue diverse forme in tanti brani in cui riecheggiano gli echi del mare, gli spostamenti delle nuvole, e il tintinnio della pioggia. Tra i suoi tanti capolavori ricordiamo “Crêuza de mä”, in cui l’acqua del mare è descritta come luogo ideale per viaggiare, incontrare, scoprire altre genti e culture.

 

ARTICOLI CORRELATI

Bere acqua gassata fa male?

Molti si chiedono se bere acqu...

Leggi tutto »

Margarita Fizz

Un dissetante cocktail per chi...

Leggi tutto »

Foreste Unesco, buoni e cattivi

Quali sono i patrimoni foresta...

Leggi tutto »

Irish Fizz

Hai mai pensato di mixare l'ac...

Leggi tutto »

Sangria

Con il concentrato gusto gazos...

Leggi tutto »
SodaStream International BV Italian Branch
P. IVA: 08268100966 - C.C.I.A.A. TV - 363713

Via S.Pio X 44 - 31020 San Vendemiano (TV) tel. +39.0438.400798 - info@sodastream.it

CREDITS


Agaweb srl Unipersonale
Siti Internet, applicazioni tecnologiche per il Web, consulenza e soluzioni CRM
Via Venezia, 38/F - San Vendemiano (TV)

tel. 0438 41.80.94
info@agaweb.it - www.agaweb.it