Giornata mondiale dell’acqua

Ecco in cosa consiste il World Water Day

22 marzo 2021

È ormai consuetudine, per moltissime realtà, istituire delle ricorrenze in specifici giorni dell’anno con lo scopo di sensibilizzare le persone agli argomenti più delicati in termini ambientali.

È il caso dell’Earth Day (22 Aprile di ogni anno), che unisce tutte le persone con la stessa volontà di salvaguardare l’ambiente in cui viviamo, rendendo omaggio alla Terra. Così come per la terra, anche l’acqua ha un giorno dedicato in cui non solo vengono sensibilizzati i cittadini riguardo tale tematica, ma è anche l’occasione in cui i massimi esponenti dei paesi mondiali si riuniscono per trattare e proporre attività legate al mondo dell’acqua.

World water day

La giornata mondiale dell’acqua è una ricorrenza istituita dall Nazioni Unite nel 1992 dopo la conferenza di Rio. Da lì in avanti, il 22 Marzo di ogni anno, i paesi membri si riuniscono per proporre delle attività mirate appunto alla sensibilizzazione dello spreco e del consumo di acqua da parte dei cittadini.

Nel 2012 a Marsiglia, per la prima volta nella storia di tale ricorrenza, i partecipanti sono stati 180 paesi (tra cui anche l’Italia) assieme a 140 delegazioni ministeriali.

Tale riunione si è ripetuta anche nel 2015 con lo stesso numero di partecipanti. Il tema di quell’incontro fu “acqua e sviluppo sostenibile” avvenuto a Daegu – Gyeongbuk in Corea del Sud dove i rappresentanti delle nazioni presenti hanno stipulato il così detto “Contratto Mondiale sull’Acqua” che sottolinea l’urgenza di garantire il diritto umano all’acqua per tutti unito all’impegno per la salvaguardia delle risorse idriche come patrimonio dell’umanità. Garantendo il diritto umano all’acqua e dell’acqua, cioè il rispetto del suo ciclo naturale, si può raggiungere uno sviluppo sostenibile creato dalla pacifica convivenza trai popoli e Madre Terra.

Cosa possiamo fare concretamente

Per combattere lo spreco di acqua è sufficiente adottare pochi e semplici gesti quotidiani per poter fare la differenza:

  • Chiudere il rubinetto quando non è necessario ad esempio mentre ci laviamo i denti o ci si mette lo shampoo
  • Prediligere la doccia alla vasca in quanto si risparmia fino al 75% di acqua in più (25 litri contro 100)
  • Usare correttamente lo scarico a doppia pulsantiera del nostro wc rilasciando la giusta quantità di acqua
  • Riutilizzare sempre l’acqua rilascita dai condizionatori, magari innaffiando le piante

Con piccoli gesti ciascuno di noi può fare una differenza sostanziale nel rispetto dell’ambiente.